Subscribe to the newsletter

powered by TinyLetter

Come si progetta una collezione di calzature

La progettazione di una collezione di calzature, inizia con la ricerca delle tendenze (fondamentale visitare le fiere di settore e aggiornarsi), dei materiali da usare e naturalmente dei colori.

Prima di creare una collezione si deve aver approfondito il target di riferimento e la manifattura del cliente finale, perché alcune lavorazioni non sono consone a tutti i tipi di produzione e di prodotto.

Dopo aver ricercato e composto dei collages di immagini che fungono da base su cui elaborare creativamente le proposte, si passa alla fase progettuale: lo stilista si interroga sulle strutture da creare, sui tacchi e sulle suole.

Ogni interrogativo sarà sviluppato ed elaborato sotto forma di schizzi.

Dall'individuazione delle strutture, si passa alla fase dello sviluppo creativo delle tomaie. Altro step fondamentale in cui lo stilista deve tener ben presente tipo di lavorazione, costi della stessa e fattibilità industriale.

L'ultima fase creativa è la combinazione dei materiali e dei colori, combinazione che deve essere coerente con la ricerca, il design proposto e il range di prezzi prefissati dal committente.

Il lavoro è piuttosto lungo e complicato, soprattutto se si hanno delle scadenze da rispettare e allora si deve assolutamente arrivare a chiudere la collezione. Quindi abilità fondamentali per uno stilista sono: la velocità di schizzo e di idee, l'organizzazione nella composizione della collezione, l'originalità e la creatività perché l'obiettivo è sempre e soltanto quello di creare modelli nuovi e accattivanti che inducano il cliente finale ad acquistare le scarpe.

Per capire meglio come si realizza una collezione, partendo da una ricerca, eccovi degli esempi (basta cliccarci sopra per aprire il link), in questo caso sono riferibili al mondo maschile:
Theme A
theme B